Slow Fish 2019

Slow Fish lancia la ricetta per il futuro dei nostri mari: pescare meno e meglio, coltivare alghe e più molluschi.

Per la nona edizione di Slow Fish il tema dominante è stato “Il Mare: Bene Comune”. Il tutto si è focalizzato sui messaggi positivi, sulle buone pratiche che si possono mettere in atto per garantire un futuro migliore, mostrando come consumatori, pescatori, cuochi e scienziati, possano offrire ognuno il proprio contributo per salvaguardare il mare, un bene complesso e delicato, la cui salute dipende dalla cura comune.

L’evento si è svolto nel bellissimo scenario del Porto Antico di Genova, a pochi passi dal centro storico e immerso nell’anima marinara della città. Una città e un territorio che oggi più che mai, vista la delicata fase che stanno attraversando, Slow Fish si è posta l’obiettivo di promuovere e rendere protagonisti.

Non è mutata la missione dell’evento, che ha affiancato la sua anima più gastronomica – che ha permesso ai visitatori di conoscere i prodotti e le ricette del mare di tutto il mondo grazie alla partecipazione di molti protagonisti internazionali –, all'educazione dei cittadini di tutte le età, specie delle giovani generazioni, e alla creazione di alleanze tra vari attori della filiera – dai pescatori ai cuochi, dai ricercatori ai rappresentanti delle istituzioni, dai comunicatori ai commercianti.

Ordo si è occupata dell’elettrificazione degli spazi e della realizzazione di impianti d’illuminazione atti a rendere ancora più accattivante l’evento.
Show Buttons
Hide Buttons