Luci senza ombre sulla Cultura a Milano

Luci senza ombre sulla Cultura a Milano.

Eccoci nuovamente a Milano. Il capoluogo lombardo in questi ultimi anni sta giocando sempre più un ruolo da protagonista sul panorama culturale europeo e mondiale. L’European Culture Forum 2017, organizzato ogni due anni dalla DG Istruzione e Cultura della Commissione Europea, si è tenuto per la prima volta in Italia, appunto a Milano il 7 e 8 Dicembre.
Il Forum è un appuntamento in cui si sono visti artisti, stakeholder, policy maker, operatori del settore culturale ma anche semplici curiosi che volevano confrontarsi con le sfide della cultura in Europa.
Questa edizione inoltre, è stata l’occasione di inaugurare in modo ufficiale l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.
"L'Anno della Cultura in Lombardia – con questa frase ha esordito Cristina Cappellini, assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie - si concluderà il 29 maggio del 2018: importanti iniziative che possono essere complementari nel momento in cui si pongono come obiettivo quello di incrementare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale, anche immateriale, attraverso un più stretto legame tra cultura e territorio, tra cultura e identità, declinata nei vari livelli locale, regionale, macroregionale, nazionale ed europeo, nonché fra tradizione e innovazione".
L’importantissimo evento si è svolto presso il Superstudio. Si tratta di un’area recuperata da un complesso industriale in disuso, ubicato in Via Tortona, cuore del FuoriSalone del Mobile.
Ordo per l’evento dell’European Culture Forum 2017, oltre ai maxischermi e l’intero sistema integrato audio video, ha gestito un importante sistema di traduzione simultanea con oltre 700 partecipanti. I partecipanti avevano cuffie wi-fi con cui poter sentire a piacere gli interventi in lingua originale oppure tradotti sia in italiano che in inglese.
Non solo conferenze nella due giorni, ma anche attività dedicate ai giovani, con il workshop The Game Jam una vera propria sfida di sviluppo, con concorrenti che dovevano proddurre un videogioco entro un limite di tempo. Sull’intera area quindi movimento, energia, luci e colori. La nostra azienda ha inoltre installato 60 fari a teste mobili, creando scenografie di alto impatto visivo.
Milano è sempre più un importante polo centrale delle attività rappresentative del nostro paese, e noi siamo orgogliosi di essere stati scelti come fornitori affidabili per eventi di tale rilevanza.
Show Buttons
Hide Buttons